sampl-reini.at

12 minuti di procedura dettagliata e finali spiegati

Una procedura dettagliata di 12 minuti ti aiuterà a spiegare questo puzzle game frustrante e ottuso e tutti i finali o i risultati che puoi ottenere. Il cast stellare nasconde un'avventura punta e clicca di base che seppellisce i suoi indizi e rende la progressione un ago assoluto in una caccia al pagliaio. In combinazione con la meccanica del loop temporale che spesso può richiedere ripetuti playthrough solo per raggiungere il punto in cui vuoi provare un'idea, non è una cosa semplice da portare a termine. Questa guida tratterà tutte le cose che devi fare per portare avanti la storia e, infine, interrompere il ciclo. Questa guida è, a parte le cose che devi effettivamente fare, senza spoiler fino al ciclo 7. Anche in questo caso non vedrai nessuna delle storie o delle trame in questa guida finché non sarà impossibile procedere senza menzionare qualcosa. Quando un finale può essere attivato, lo menzioneremo. Vai in fondo per vedere cosa devi fare.

Miglior anno di gioco: il 1991 è l'anno in cui l'era dei 16 bit ha raggiunto la maggiore età

Il 1991 è l'anno in cui l'era dei 16 bit ha raggiunto la maggiore età. A quattro anni dall'inizio della quarta generazione di console domestiche, gli sviluppatori hanno scatenato una raffica di videogiochi impressionanti, influenti e innovativi che sono importanti oggi come lo erano all'epoca. Pochi anni possono rivendicare un tale status, ma poi pochi anni sono benedetti dall'uscita di giochi come The Legend of Zelda: A Link to the Past e Another World. Il SNES è sbarcato sulle coste americane nel 1991 e, con esso, Sega si è finalmente trovata un degno concorrente per Mega Drive / Genesis (scusate, PC Engine) nei territori occidentali. Mentre i giocatori in Nord America si divertivano a Super Mario World, F-Zero e Pilot Wings, sono stati quelli in Giappone a sentire davvero il peso della crescente padronanza di Nintendo nel genere di azione e avventura. The Legend of Zelda: A Link to the Past non è solo ricordato come uno dei più grandi giochi del suo tempo; è ancora uno dei più grandi giochi di tutti i tempi. Splendido design del mondo, visivo e audio, ritmo impeccabile e avvincente combattimento hanno contribuito a rendere il gioco una leggenda, mentre la sua implementazione di una meccanica del mondo chiaro e oscuro ha assicurato che A Link to the Past avrebbe continuato a sovvertire le aspettative per le generazioni a venire. Ovviamente, A Link to the Past non è stata l'unica uscita che ha fatto scalpore nel 1991. È stato l'anno in cui Sega ha lanciato una delle vere icone del settore, con Sonic the Hedgehog che ha fatto il suo debutto su Sega G...

Best Year in Gaming: il 2007 è l'anno in cui si è concentrata l'era dei giochi HD

Il 2007 è l'anno in cui l'era dei giochi in HD si è finalmente concentrata. Per molti aspetti, gli sviluppatori dietro i più grandi giochi del 2007 hanno scritto il regolamento per i giochi come lo conosciamo, lo vediamo e lo viviamo oggi. La fedeltà visiva potrebbe essere più nitida, i framerate più stabili e i mondi di gioco più densamente dettagliati ora, ma così tanti giochi moderni seguono ancora la struttura e le formule delineate dai titoli che hanno lavorato per definire il 2007, che è davvero ridicolo guardare indietro .Quando la Xbox 360 è stata lanciata nel 2005 (con la PS3 in seguito nel 2006), ha dato a una generazione di giocatori un appetito per nuove esperienze. Ed è quello che abbiamo ricevuto nel 2007: Assassin's Creed, BioShock, Crysis, Crackdown, Mass Effect, Portal, Rock Band e Uncharted: Drake's Fortune, solo per citarne alcuni. Oltre un decennio dopo, Assassin's Creed è considerato uno dei più grandi franchise al mondo; l'enorme influenza di BioShock e Mass Effect è così grande che è diventato impossibile rintracciarla; Uncharted ha fatto per il genere di azione e avventura quello che Tomb Raider ha fatto per i platform nel '96 e li ha completamente, irreversibilmente ridefiniti. Mentre molti indicheranno Batman: Arkham Asylum del 2009 come il punto di svolta per la qualità dei giochi con licenza, la genesi di ciò potrebbe probabilmente essere rintracciata anche qui. The Darkness e The Witcher hanno fatto il loro debutto nel 2007; il primo offriva uno dei migliori sparatutto per giocatore singolo dell'epoca, mentre...

20 anni dopo, Rockstar riflette su come GTA 3 'ci ha mostrato il primo assaggio di ciò che era possibile'

'Allora, parlami di GTA 3', ha detto il mio amico Gav, mentre tornavamo a casa attraverso il programma di alloggi di Glasgow in cui gironzolavamo da adolescenti. 'Aw, amico', dissi. 'E' come gli ultimi giochi, giusto: bande, pistole, furto di auto, missioni, tutta quella roba. Ma è 3D.' Seguì il silenzio, a parte lo scroscio della pioggia in una sera d'ottobre tipicamente umida e ventosa nell'ovest della Scozia. 'Cosa, vero 3D, non 3D come Final Fantasy, ma, come in Tomb Raider?' Considerai le mie prossime parole con molta attenzione. 'Nessun amico, ancora meglio.' Un'altra pausa. 'Sono già venduto, amico', disse Gav. 'Ho solo bisogno di procurarmi una PS2.' Sono passati 20 anni da quello scambio e 20 anni da quando Grand Theft Auto 3 ha cambiato il panorama dei videogiochi open world. A 15 anni, in un momento in cui i giochi erano ancora visti da molti come una nicchia, la mia cerchia di amici aveva iniziato a distogliere lo sguardo dalle console e dai control pad e verso l'indulgenza adolescenziale. GTA 3, tuttavia, è stato il gioco in cui la pistola li ha riportati sui loro schermi a causa della sua varietà, scala e possibilità: questo mondo era reale, maturo per essere esplorato e manipolabile secondo ogni loro capriccio. 'Ricordo di aver saputo che era qualcosa che pensavamo fosse fantastico: mi ricordo che mi divertivo a scherzare nel nostro mondo e a interagire con il mondo ambientale e la polizia', ​​dice Aaron Garbut...

16 giochi in cui interpreti personaggi nudi

Potrebbero non sembrare, ma i videogiochi sono sorprendentemente pudici. Nonostante tutti i seni ansanti e i giochi di tizi a torso nudo sembrano essere pieni, pochissimi di loro percorrono tutti i nove metri per l'intero mese. Quindi, quando un gioco mostra effettivamente un po' di pelle, è notevole/scioccante/un po' strano ma in quel modo ti fa venire voglia di vedere di più. Sia che la nudità sia per un 'arty' scena o semplicemente il sottoprodotto di un personaggio personalizzato, i seguenti giochi presentano i nostri eroi nel modo in cui sono nati: come modelli appositamente progettati, senza vestiti. Non c'è niente di vergognoso nella nudità, e giocare nei panni di questi personaggi dei videogiochi ti darà la possibilità di lasciarti andare con orgoglio.